domenica 14 maggio 2017

Tutto l'amore che mi manca di Emily Henry - Rewiew Party!!


Miei adorati lettori, oggi ho l'onore e il piacere di far parte di questo fantastico Rewiew Party, dedicato a questo romanzo che ha conquistato tantissimi lettori!! Sto parlando di "Tutto l'amore che mi manca" di Emily Henry!! Un romanzo che unisce il componente "Time travel" con una splendida storia d'amore, il tutto contornato da un pizzico di mistero e una trama intrigante!! Mi è piaciuto davvero tanto e, insieme ad altre tre blogger, ve ne parlo!! Ringrazio Katia del blog "Il confine dei libri" per aver organizzato l'evento e avermi coinvolta!! Ma bando alle ciance e cominciamo!!


“Mi piace pensare di essere abbastanza matura da capire che quest’idea è narcisistica ed egocentrica, eppure non riesco a togliermi dalla testa la convinzione che le cose stiano davvero così. Stare in mezzo alla gente è estenuante. Stare insieme a Beau è facile come stare da sola... ma più divertente.”

Quando lessi la trama di questo romanzo, rimasi piacevolmente colpita dalla trama. Mi intrigava moltissimo, specialmente dopo aver letto che vi è una componente “Time travel”, che per quanto mi mandi in confusione molto spesso non posso fare a meno di adorare. Però, in questo romanzo, questo fattore è trattato in maniera molto differente dal solito, per alcuni versi mi ha ricordato un po’ “Donnie Darko”: il viaggio tra varie dimensioni temporali, lo scorrere differente del tempo, un altro mondo in cui ci sono differenze e non. Questo romanzo, però, è anche una bellissima storia d’amore, che supera il tempo e lo spazio.
Natalie Cleary è una giovane come tante altre, all’apparenza. Metà bianca e metà indiana, è stata adottata quando era molto piccola da una famiglia bianca, che ha cercato sempre di amarla incondizionatamente e di non farla mai sentire emarginata per via del colore della sua pelle e le sue origini. La ragazza, per parecchio tempo, ha vissuto condividendo momenti speciali con Nonna, una specie di apparizione della sua mente, così sembrerebbe.... Quando quest’ultima ha smesso di venire da lei, qualcosa si è rotto nell’animo di Natalie, ha cominciato a sentirsi fuori posto in una città che non sente più appartenerle. Così ha lasciato il suo eterno fidanzato Matt, ha mollato la danza e si è scritta alla Brown, con l’intento di studiare storia e trovare una parte di sé stessa.
Natalie è un personaggio molto intenso, particolare, che va compreso e capito. Non è una persona timida, dice quasi sempre quello che pensa ed ha un caratterino niente male, nonostante conservi le sue fragilità.
“In genere mi piace stare in mezzo alla gente e non sono certo una persona timida, ma con alcune persone – come papà o Megan – i silenzi sono piacevoli e significativi quanto una conversazione a cuore aperto. Anche con Beau mi sento così.”
Non ha problemi mentali, come può sembrare: da piccola ha subito un trauma che non ha trovato soluzione, se non nelle apparizioni di Nonna. Questa figura quasi mistica, che è diventata una parte constante della vita della ragazza, con storie che sono vere perle di saggezza, arrivando a conoscerla meglio di quanto si conosca lei. Un giorno Nonna ritorna, con una nuova storia e un avvertimento: “Hai tre mesi per salvarlo”. Per Natalie comincia una disperata ricerca della verità, in cui cerca di capire chi è la persona che deve salvare: se un membro della sua famiglia o dei suoi amici. Persone che per lei significano tutto: i genitori, che l’hanno sempre amata incondizionatamente, insieme ai due fratellini gemelli. Matt: il primo amore, il migliore amico. Megan; la migliore amica in assoluto, colei che per Natalie è al pari di una sorella e a cui confida ogni cosa. Ognuno di questi personaggi ha un ruolo rilevante nella vita della protagonista. Mi sono piaciuti tutti, hanno una psicologia che va compresa a fondo, specialmente Matt: l’innamorato respinto, che affronta i problemi bevendo e che sta cercando disperatamente il modo di combattere il dolore e la delusione che la rottura con Natalie gli hanno provocato. Sono stati estremamente importanti l’uno per l’altra e questo rapporto è costruito in modo davvero molto intenso. Ma mai come quello di Natalie e Beau: il vero protagonista maschile della nostra storia. Compare dal nulla, una sera come un’altra, nella vita di Natalie. Il loro rapporto si evolve di incontro in incontro, attraversando persino il tempo. Beau è un personaggio intenso, romantico, assolutamente da adorare, che farà una bella breccia nel cuore della protagonista e delle lettrici, ve lo posso assicurare. L’ho amato dalla prima all’ultima pagina: un ragazzo con dei problemi, che gioca a football e che suona divinamente il piano. Ha un brutta situazione famigliare, ma cerca sempre di andare avanti con le sue sole forze e di trovare uno scopo.
L’incontro con Natalie sarà una grande svolta anche per lui, l’amore tra questi due personaggi buca davvero il cuore, ve lo posso assicurare.
A volte essere se stessi richiede un distacco dalle persone che ci sono vicine, mi disse Nonna una volta. Ma assecondare i desideri degli altri significa distaccarci da noi stessi. L’attrito è doloroso, ma non c’è scelta Natalie. E’ esattamente ciò che provo per Beau. Come se non potessi stare con lui, ma ne avessi bisogno. Come se non ci fosse alcuna decisione da prendere e la risposta dovesse essere lampante, e invece non lo è.”
La componente fantasy, chiamiamola così, e quella romance si uniscono in maniera sublime in questo romanzo: riusciranno Natalie & Beau a scoprire il mistero che avvolge le loro vite e a stare insieme? Ma soprattutto, troveranno loro stessi?
Altro personaggio rilevante sarà Alice, una specie di scienziata / dottoressa un po’ stramba ma che sarà determinante nella ricerca di Natalie. Mi è piaciuta davvero tanto, mette anche quella componente un po’ comica che smorza la tensione degli eventi.
Insomma, questo è un romanzo molto particolare, di cui è un po’ difficile parlare senza fare troppi spoiler, ma posso garantirvi che è davvero coinvolgente ed intensa. Una splendida storia d’amore che supera ogni ostacolo, persino lo scorrere del tempo.
“In questo momento desidero solo stare tra le sue braccia. Ma so che stare con lui adesso mi causerà molta più sofferenza in futuro.”
Con un finale che, appunto, mi ha riportato a Donnie Darko: il lettore può interpretarlo a seconda delle proprie emozioni che lo hanno accompagnato durante la lettura e questa è una cosa stupenda.
Se siete amanti degli amori intensi, quasi impossibili e che resistono a tutto, allora questo romanzo fa assolutamente per voi!!
Non ve ne pentirete!!

Voto: 

Una storia intensa, un amore che supera ogni ostacolo, un mistero da risolvere e tantissime emozioni, che ti catturano dalla prima all'ultima pagina!!


Vi lascio i link degli altri tre blog partecipanti, dove trovate le altre recensioni!!



Alla prossima!!


4 commenti:

  1. Bellissima recensione ♡

    RispondiElimina
  2. Mi hai convinta, Sara! Leggerò senz'altro questo romanzo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me può piacerti! Fammi sapere piccola ❤

      Elimina